E’ proprio vero che il palato si educa!
Ormai avverto subito ,così come anche la mia famiglia, la differenza del profumo tra un impasto fatto con  il i lievito madre da uno fatto con lievito di birra.

Ricorderò sempre la frase che  il maestro Ronaldo Morandin, grande conoscitore di lievitazione naturale, mi disse: il lievito madre è un’orchestra completa, quello di birra è un singolo strumento: verissimo !!!!

Ricetta

900 gri di faria w 360

450 gr di latte

20 grammi di zucchero

18 gr di sale

100 gr di lievito madre al secondo rinfresco

80 gr di burro

Sciolgo il lievito con 50 grammi di latte aggiungo 100 grammi di farina (presa dal totale della ricetta) ed una volta impastato lascio riposare per circa 1 ora.

Trascorso il tempo aggiungo tutto il resto degli ingredienti ed impasto fino a farlo diventare liscio e bene incordato (per almendo 15 minuti……che meraviglia!).

Lascio riposare  per 30 minuti, poi lo stendo e gli do una forma rettangolare, lo arrotolo sul lato lungo e la metto a lievitare direttamente nella cassetta (quella che si usa proprio per la cottura del pancarrè) con il coperchio.

Il tempo di levitazione è variabile, in genere il mio impiega circa 8 ore.

Inforno a 200° per 30 minuti circa.

Buona cucina

Patrizia

 

 

6 comments on “Pancarrè a lievitazione naturale”

  1. Che bellissima citazione hai scelto! La condivido in pieno e approvo il tuo golosissimo pancarrè..me lo sognerò domani mattina leggermente tostato e con un velo di marmellata 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *